Padre Sergio ed altri racconti-logo

Padre Sergio ed altri racconti

Leone Tolstoj

Quattro racconti di Tolstoj: Padre Sergio, Dopo il ballo, Aljosa il bricco, Quel che vidi in sogno, tradotti dalla Duchessa di Andria, per le edizioni Slavia, 1931. Padre Sergio, racconto lungo, fu scritto nel 1890-1898, e pubblicato postumo: ricco di elementi autobiografici, esprime la morale dell'autore negli ultimi dieci anni della sua vita. E' la storia di una finta vocazione, che diventa uno strumento, prima del demonio, e poi di DioDopo il ballo fu scritto nel 1903. E' un quadro conciso ma efficiente del contrasto fra la vita brillante e la crudeltà che si nasconde dietro le apparenze. Aljosa il bricco fu scritto nel 1905, e pubblicato postumo, ed è ispirato alla vita e alla morte di uno sguattero. Alëša morì, «ma nel suo cuore c'era la certezza che, come quaggiù si stava bene se si obbediva e non ci si irritava, così anche là si sarebbe stati bene».Quel che vidi in sogno fu scritto nel 1906 ed è il racconto di un perdono, una storia dolceamara che, di nuovo, mette in contrasto le ipocrisie della società contro i più sinceri sentimenti.Cornice musicale di Musorgskij, Rimskij-Korsakov, Balakirev, e Borodin.

Quattro racconti di Tolstoj: Padre Sergio, Dopo il ballo, Aljosa il bricco, Quel che vidi in sogno, tradotti dalla Duchessa di Andria, per le edizioni Slavia, 1931. Padre Sergio, racconto lungo, fu scritto nel 1890-1898, e pubblicato postumo: ricco di elementi autobiografici, esprime la morale dell'autore negli ultimi dieci anni della sua vita. E' la storia di una finta vocazione, che diventa uno strumento, prima del demonio, e poi di DioDopo il ballo fu scritto nel 1903. E' un quadro conciso ma efficiente del contrasto fra la vita brillante e la crudeltà che si nasconde dietro le apparenze. Aljosa il bricco fu scritto nel 1905, e pubblicato postumo, ed è ispirato alla vita e alla morte di uno sguattero. Alëša morì, «ma nel suo cuore c'era la certezza che, come quaggiù si stava bene se si obbediva e non ci si irritava, così anche là si sarebbe stati bene».Quel che vidi in sogno fu scritto nel 1906 ed è il racconto di un perdono, una storia dolceamara che, di nuovo, mette in contrasto le ipocrisie della società contro i più sinceri sentimenti.Cornice musicale di Musorgskij, Rimskij-Korsakov, Balakirev, e Borodin.
More Information

Genres:

Fiction

Description:

Quattro racconti di Tolstoj: Padre Sergio, Dopo il ballo, Aljosa il bricco, Quel che vidi in sogno, tradotti dalla Duchessa di Andria, per le edizioni Slavia, 1931. Padre Sergio, racconto lungo, fu scritto nel 1890-1898, e pubblicato postumo: ricco di elementi autobiografici, esprime la morale dell'autore negli ultimi dieci anni della sua vita. E' la storia di una finta vocazione, che diventa uno strumento, prima del demonio, e poi di DioDopo il ballo fu scritto nel 1903. E' un quadro conciso ma efficiente del contrasto fra la vita brillante e la crudeltà che si nasconde dietro le apparenze. Aljosa il bricco fu scritto nel 1905, e pubblicato postumo, ed è ispirato alla vita e alla morte di uno sguattero. Alëša morì, «ma nel suo cuore c'era la certezza che, come quaggiù si stava bene se si obbediva e non ci si irritava, così anche là si sarebbe stati bene».Quel che vidi in sogno fu scritto nel 1906 ed è il racconto di un perdono, una storia dolceamara che, di nuovo, mette in contrasto le ipocrisie della società contro i più sinceri sentimenti.Cornice musicale di Musorgskij, Rimskij-Korsakov, Balakirev, e Borodin.

Language:

Italian

Narrators:

Silvia Cecchini

Length:

2h 51m


Chapters

Chapter 1
Chapter 1

16:03


Chapter 2
Chapter 2

15:02


Chapter 3
Chapter 3

22:34


Chapter 4
Chapter 4

03:35


Chapter 5
Chapter 5

25:26


Chapter 6
Chapter 6

18:00


Chapter 7
Chapter 7

22:52


Chapter 8
Chapter 8

12:07


Chapter 9
Chapter 9

12:48


Chapter 10
Chapter 10

15:47


Chapter 11
Chapter 11

07:02