Logo

bBang - oltre il muro del suono

  • 6
    Broadcasts
  • 4
    Followers
Now Playing:
BBANG del 26/01/2015 - puntata 06

PROGRAM INFORMATION

More information

È musica, tanta musica. È il tempo, ma come se il tempo non esistesse. È storie, storie come mai, magari per capire o ricordare. È “bBang”. Il martedì e il venerdì su bbang.rai.it e in onda su Radio2 il sabato e la domenica alle 00.30 Una cavalcata di 30 minuti attraverso il tempo e le storie degli ultimi decenni su questo pianeta. Dal 1963, da quando i Beatles lanciarono per l’occidente il loro “Please please me”, e da quando il mondo cambiò per sempre. Un continuo spostarsi, tra un anno ed un altro, tra una storia ed un’altra ancora, un fatto di cronaca ed un cambio nel costume. In cerca di connessioni, di incroci, di rimandi e richiami, per dimostrare che il tempo davvero non esiste, è un illusione. Tutto accade ora o è già accaduto per accadere ancora. E poi cosi tanta musica da rimaner stupefatti, cercando il meglio, o forse no, il più carico, il più misterioso od influente, viaggiando nel suono e attraverso il tempo. Nessuna pretesa enciclopedica, impossibile esaurire in 30 minuti tutti i suoni, belli o meno, e tutte le storie, brutte o meno, che hanno avvolto e plasmato la terra. Qualcosa sorprenderà, qualcosa mancherà, molto si riscoprirà, un universo fatto di segrete connessioni si rivelerà. È “bBang” un viaggio senza limiti prefissati attraverso tutto il suono e tutte le storie che riusciremo a trovare. Le enciclopedie le trovate altrove. 52 puntate, 30 minuti ciascuna, dal 1963 ad oggi (ed oltre?), dai primi Beatles ai Royal Blood, passando per tutti gli anni di mezzo. La musica, i dischi più amati ma anche quelli più nascosti e preziosi; le storie ed i fatti, dall’assassinio di J.F.Kennedy all’atterraggio di Philae sulla cometa ma non cosi, come in una prevedibile cronologica processione, un diario letto una pagina alla volta. 1963, 1964, 1965…no, troppo facile. Continui salti nel tempo, avanti e ritorno, fino a confonderlo ed annullarlo, quel tempo, cercando e trovando scorciatoie e passaggi segreti, connessioni impreviste eppure evidenti. Si salta nel suono e nelle storie, accostando anni diversi e
Loading
Cancel
Done 100

Are you sure that you want to delete this?

Cancel Delete